legalizzazione o apostille

La legalizzazione è la certificazione delle firme apposte su un documento.

Invece, l’apostille è sempre un processo di legalizzazione, ma viene applicata solo ai Paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja. Per i Paesi non aderenti, si deve procedere con la legalizzazione.

Per visualizzare la lista completa dei Paesi aderenti, potete cliccare sul seguente link: https://hcch.net/en/states/hcch-members

Come funziona il processo di legalizzazione?

Una volta che viene eseguita la traduzione del documento originario, viene portata a termine la traduzione giurata o asseverata del documento tradotto.

Solo a questo punto, può essere eseguita la legalizzazione o apostille della traduzione giurata o asseverata. Nel caso debba essere legalizzato anche il documento originale, questa procedura dovrà essere portata a termine dal cliente prima che venga eseguita la traduzione del medesimo.

Per maggiore chiarezza, si riepilogano brevemente i vari passaggi con il corretto ordine:
1) legalizzazione o apostille del documento originale (a cura del cliente)
2) traduzione del documento (a cura della traduttrice)
3) asseverazione della traduzione o traduzione giurata (a cura della traduttrice)
4) legalizzazione o apostille della traduzione giurata (a cura della traduttrice)

Quali sono i costi della legalizzazione o apostille?

Nel processo di legalizzazione o apostille, non si devono utilizzare le marche da bollo, ma vi è solamente un piccolo costo forfait per la gestione della pratica.